Immobili: Istat, compravendite in calo nel 3° trimestre

9 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nel terzo trimestre 2009, a livello nazionale, le convenzioni relative a compravendite di unità immobiliari sono pari a 174.800, in calo del 10,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Lo comunica l’Istat sottolineando che di queste, 162.514 (93%) riguardano immobili ad uso abitazione ed accessori, 10.924 (6,2%) unità immobiliari ad uso economico. Considerando la tipologia di utilizzo, sono le compravendite di immobili ad uso economico, con un tasso tendenziale del -15,9%, a registrare la flessione maggiore, mentre le compravendite di immobili ad uso residenziale si riducono del 10,1%. Questo diverso andamento delle due categorie di immobili, spiega l’Istat, ha caratterizzato anche i primi due trimestri del 2009 e può essere spiegato con il fatto che le compravendite del settore immobiliare ad uso economico, a differenza delle altre, risentono probabilmente in misura maggiore della congiuntura economica. Nel terzo trimestre 2009 le compravendite di unità immobiliari calano meno nel Sud e nelle Isole (rispettivamente -5,7% e -4%). Il Centro (-10,7%) rimane sostanzialmente in linea con il dato nazionale, mentre il Nord-ovest e il Nord-est si caratterizzano per le contrazioni tendenziali più significative, pari rispettivamente al -13,7% e al -12,4%. Questo andamento è generalmente comune sia alle compravendite di unità immobiliari ad uso abitazione, sia a quelle ad uso economico.