Imminente cigno nero sulle borse americane?

5 Settembre 2017, di Simone Rubessi

Imminente cigno nero sulle borse americane ?

Da quando esiste la Borsa esistono le bolle speculative,  non ci sono storie le due cose correlate ed immancabilmente prima o poi l’effetto di questo legame si manifesta.

Due mondi paralleli collegati tra loro per causa effetto, che viaggiano fianco a finaco e parallelamente senza scontrarsi mai,  poi tutto ad un tratto …. Boom si incrociano!

E’ una vecchia storia che continua ininterrotta da secoli,  che la causa sia l’avidità di pochi uomini o la stupidità di tanti poco importa, di certo ciò che conta è che ogni evento di questo genere arricchisce pochi ed impoverisce molti.

Dico ciò per arrivare ai mercati americani che oltre che trovarsi sui massimi assoluti di tutti i tempi rispecchiano una situazione di “Bolla” a mio avviso abbastanza importante, che si avvicina al 60% di sopravalutazione.

Questa situazione ha necessariamente bisogno di un nuovo equilibrio e di conseguenza di una forte diminuzione dei prezzi,  che mi aspetto rapida e violenta … insomma un effetto “cigno nero” , se pur il termine in questo caso è improprio in quanto un cigno nero deve essere per sua natura “imprevedebile”, mentre invece la spravalutazione della Borsa è quantomeno approssimatamente  calcolabile.

Non so cosa innescherà la miccia dei ribassi con gionate da panico, ma la cosa non dovrebbe essere lontana, forse la crisi Coreana, o forse altro, difficile dirlo, ma di certo a breve i mercati americani dovranno stornare … ed anche con decisione.

Vediamo la situazione dei tre principali Indici Americani partendo dal Dowjones

Anche secondo la previsione temporale ciclica delineata con il Battleplan Vetennale  è tempo per dare inizio alla discesa che dovrà arrivare a target della media mobile del ciclo Ventennale, prima che nuovi rialzi inizino il loro corso.

S&P 500 anch’esso sui massimi storici,  canali di lungo periodo si sono congestionati tra loro come avvenne sul massimo di metà 2015 ad indicare uno stato di iper comprato notevole.

Ed infatti i nostri algoritmi previsionali danno come imminente la rottura della prima trend line di lungo periodo,  supporto che se rotto sancirebbe l’inizio di forti ribassi.

(Nota: i nostri algoritmi previsionali di aggiornano quotidianamente per tanto dopo pochi giorni la previsione potrebbe essere variata anche di molto, sconsigliamo per questo motivo un uso delle immagini ai fini operativi- Possibile abbonarsi sul nostro sito per avere l’aggiornamento quotidiano delle immagini e le previsioni di medio e breve termine).

Approfitta della nostra offerta promozionale all-inclusive disponibile fino alla fine dell’ anno, è inoltre attivabile gratuitamente la versione demo della durata di un mese senza vincoli di rinnovo. Essa comprende tutti i servizi disponibili sul sito e 25 corsi di formazione inclusi nella promozione, per ulteriori informazioni visitate il link:

http://www.ratingconsulting.eu/home/services/attiva-la-prova-gratuita?p=3&t=ott2016