Il sommario del numero di febbraio 2021 di Wall Street Italia

26 Febbraio 2021, di Redazione Wall Street Italia

È online il numero di febbraio di Wall Street Italia il mensile di economia, consulenza finanziaria e lifestyle

Quando la tragedia del Covid sarà stata lasciata alle spalle, si spera il prima possibile grazie alle vaccinazioni, il mondo sarà completamente diverso da quello a cui eravamo abituati. Le stesse priorità saranno cambiate. Certo, i grandi trend come la digitalizzazione, l’attenzione all’ambiente, il benessere, erano già presenti anche prima del Covid. Ora però sono diventati davvero mainstream. Sono il futuro su cui si sta puntando. Vista così, la parentesi drammatica del Covid, appare come uno Stargate. Siamo entrati da un mondo, usciamo in un altro mondo.

Dossier febbraio: stargate, tracciamo la rotta

Il dossier del numero di febbraio di Wall Street Italia si focalizza su questo cambio. Giriamo pagina, nel vero senso della parola, con la consapevolezza che quello che si sta costruendo è un mondo nuovo.

Anche l’Italia può far parte di questo grande sviluppo, ne ha le potenzialità e ora ha anche un punto di partenza, per quanto difficile sia recuperare anni di ritardi. L’Italia, come spiega il direttore di WSI Leopoldo Gasbarro, deve sfruttare il credito di fiducia che i mercati hanno dato al nuovo governo Draghi. Per cambiare e fare le riforme, certo, ma anche per muoversi sui mercati finanziari in maniera adeguata, magari allungando la scadenza media del debito con un titolo di Stato a 100 anni, sull’esempio di ciò che hanno fatto Spagna e Austria.

Chissà come lo accoglierebbero un titolo di tale durata gli italiani, così bravi a risparmiare e fare sacrifici, ma così timorosi di investire. Il cambiamento è anche questo. Imparare a gestire il proprio denaro, o a farlo gestire, professionalmente, per evitare, come messo in evidenza nell’articolo Tra cicale e formiche vince chi sa investire, che il nostro patrimonio finanziario rimanga invariato come successo tra giugno 2018 e giugno 2020 mentre quello di un cittadino statunitense è cresciuto del 15%, quello di un tedesco del 12%, quello di un francese del 10%.

Gli ospiti nel numero di febbraio di Wall Street Italia

All’interno del numero di febbraio potrete trovare gli interventi di personalità ed esperti di settore:

Marco Deroma, presidente di Efpa Italia, ha parlato con WSI delle nuove competenze necessarie per i consulenti finanziari.

Lo psicoterapeuta e scrittore Raffaele Morelli ci ha indicato la via d’uscita dalla paura e dall’oppressione portata dal Covid.

Il presidente di Confassociazioni Angelo Deiana ha tracciato il percorso di trasformazione del settore bancario e di quello fintech, destinati a trovare una strada comune.

Arianna Barbieri e Gerardo Paterna, imprenditori immobiliari, hanno proposto delle linee guida per interpretare il futuro del mercato immobiliare, in uno scenario demografico e tecnologico ben diverso da quello degli anni più recenti.

Paolo Legrenzi, professore di psicologia, ci ha parlato del concetto di immaterialità in finanza.

Sezione Advisory

L’analisi dei cambiamenti portati dall’accelerazione digitale sono al centro anche dell’articolo di cover della sezione Advisory. WSI ha rivolto tre domande a tre big del risparmio gestito, Lorenzo Alfieri di J.P. Morgan AM, Gianluca Maione di Ninety One e Mario Amabile di Pictet AM, sul cambiamento che le tecnologie portano nel rapporto tra fabbriche prodotto e distributori, sul ruolo dei big data e sui settori tecnologici di punta per il futuro.

Sezione Private

Il testimone nella spiegazione degli impatti della digitalizzazione viene preso, nella copertina della sezione Private, da Antonella Massari, segretario generale Aipb, che ha presentato i risultati dello studio Aipb-Strategy&.

Lifestyle

La copertina di WSI Lifestyle è dedicata al servizio fotografico di moda di Keila Gularte. All’interno della sezione si parla di diamanti sostenibili con il rinnovo dell’impegno, in questa direzione, della maison Tiffany & Co.