IL SETTORE INTERNET RIMANE ANCORA SOTTO PRESSIONE

di Redazione Wall Street Italia
30 Novembre 1999 20:10

Gli investitori hanno approfittato di un iniziale forte calo dei titoli azionari sul fronte internet, per ricomprare a prezzi piu’ bassi alcuni dei marchi piu’ noti del settore.

La pressione degli ordini di vendita, cominciata nella seduta di ieri, continua anche oggi e potrebbe intensificarsi di nuovo – dicono gli operatori di Wall Street – a fine giornata. Secondo i trader si assiste a un evidente smobilizzo di posizioni nel settore high-tech e internet, dopo i forti rialzi delle ultime settimane, che hanno portato l’indice Nasdaq a un guadagano del 56% dall’inzio dell’anno.

Perdite diffuse sono state registrate da molte blue chips del settore che la scorsa settimana avevano toccato nuovi massimi. Amazon.com (vedere AMZN, quotazoni interattive) e’ scesa di 3 e 1/2, il 3,9%, a 86 e 15/16; Yahoo! (YHOO) e’ in calo di 5 e 1/8, cioe’ il 2,0%, a 221; eToys (ETYS) ha perso 3 e 1/8, il 4,7%, a 63 e 15/16.

Tra i titoli che hano dovuto sopportare la piu’ forte pressione di vendita America Online (AOL) e’ in calo di 2 e 3/8, cioe’ il 3,0%, a 76 e 5/8. Il motivo e’ che la societa’ ha annunciato che emettera’ 1,25 miliardi di zero-coupon bond convertibili con scadenza 2019.

EMusic.com (EMUS) e’ invece in netto rialzo, di 1 e 3/16, cioe’ il 7,4%, a 17 e 3/16. La societa’, che permette di scaricare musica da internet, ha annunciato l’acquisto di Tunes.com, che gestisce i siti RollingStone.com e DownBeatJazz.com; e’ il terzo network di musica web piu’ visitato del mondo con oltre 28 milioni di page views e circa 1,3 milioni di visitatori unici al mese.

Lo spinoff internet della rete televisiva Nbc, che ha cominciato a essere trattato oggi come titolo separato col simbolo (NBCI) non ha avuto un buon esordio, anche per il clima negativo che grava sul settore oggi. Era in ribasso di 10 e 3/8, cioe’ l’11,7%, in una recente rilevazione, a 78 e 1/8.

Oggi inoltre sono stati diffusi i rating di una nuova matricola quotata dallo scorso mese, Webvan (WBVN); la Goldman Sachs ha messo il titolo nella sua lista di titoli raccomandati, la Bear Stearns ha emesso un rating di ”buy”, e la Deutsche Banc Alex Brown ha iniziato la copertura con uno ”strong buy”. Webvan era in rialzo di 4 dollari, cioe il 16%, a 28 e 11/16.

Infine Donaldson Lufkin & Jenrette ha avviato il rating di Akamai Technologies (AKAM) con una raccomandazione di ”buy”. DLJ era tra i partecipanti al collocamento, il mese scorso. Il titolo ha messo oggi a segno un rialzo di 9 e 3/4, il 4,3%, a 236 e 3/4, dopo essere gia’ salito di 20 punti lunedi’.