IL GIUDICE E’ MALATO, LA GIUSTIZIA E’ SOSPESA

28 Febbraio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Padova, 28 feb – Oggi un laconico cartello affisso alla porta della sala udienze del giudice del Lavoro del Tribunale di Padova testualmente recitava così: “Causa infortunio del magistrato tutte le udienze fino al 30/3/07 saranno rinviate a data da destinarsi”. Cause in corso da molti mesi o da molti anni sono quindi destinate a una nuova, lunghissima attesa. ell’augurare una pronta guarigione al giudice, Cgil Cisl e Uil hanno inviato un messaggio urgente al ministro della Giustizia. “In questi anni – scrivono -, con grande senso di responsabilità verso le Istituzioni della Repubblica non abbiamo mai né consigliato né esperito la possibilità di un ricorso per il risarcimento del danno da “denegata giustizia” nonostante il parere della Corte di Cassazione e della Corte Europea sulla durata dei processi. Il parametro adottato dalla Corte Europea individua la durata massima di un processo ordinario in tre anni e formula l’auspicio che detto termine orientativo si riduca in presenza di controversie di lavoro, avuto riguardo alla natura e alla consistenza degli interessi. Siamo convinti che la situazione del tribunale di Padova, in una delle zone più produttive dell’Italia, dove l’occupazione e il contenzioso sociale presentano indici elevati, meriti un servizio giustizia degno dei parametri europei sopra richiamati”.