Il costo per un conto corrente aperto in filiale e utilizzato online

29 Gennaio 2020, di Massimiliano Volpe

Negli ultimi 12 mesi il costo di tenuta dei conti correnti tradizionali e online hanno registrato un discreto aumento in Italia.

Per analizzare, nel dettaglio, le variazioni dei costi di una banca tradizione lo studio di SosTariffe.it ha considerato tre differenti profili di utente:

  • l’utente che svolge operazioni soltanto allo sportello e in filiale
  • l’utente che fa un uso misto del suo conto
  • l’utente che fa un uso esclusivamente telematico del conto, nonostante i risparmi siano effettivamente depositati in una banca tradizionale

I dati raccolti confermano che il rincaro maggiore è legato al primo profilo considerato, ovvero l’utente che svolge esclusivamente operazioni allo sportello ed in filiale anche potendo contare sui servizi di Internet banking. Da notare che questo risultato rappresenta un dato in netta contro-tendenza rispetto ai dati registrati nell’analisi comparativa 2018 – 2019 da cui era emerso un risultato opposto.

Per chi ha un conto corrente presso una banca tradizionale ma sceglie di utilizzare l’Internet banking l’aumento dei costi è contenuto, passando da 100 a 123 euro (+22,6%). L’incremento percentuale è molto simile per coppie (+22,14%), single (+22,77%) e famiglie (+22.96%).

A completare l’analisi di SosTariffe.it ci sono i clienti che scelgono di operare esclusivamente allo sportello ed in filiale. In questo caso, l’aumento medio del costo di gestione del conto corrente è pari a quasi il +29% con una spesa media che passa da 153 Euro a ben 194 euro nel confronto tra il 2018 ed il 2019.