Il caso dei report anonimi che provocano sell scatenati in Borsa

19 Febbraio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Distruggere il valore di mercato di intere società semplicemente con la pubblicazione di report anonimi. Report che però vengono considerati affidabili, scatenando sell scatenati. E’ quanto è accaduto in Asia questa settimana, con alcune note anonime su Noble Group e Sound Global, che hanno avuto come risultato quello di azzerare, in un solo giorno di contrattazioni, $900 milioni circa di valore di mercato.

Intervistato da Bloomberg Andrew Clarke, direttore della divisione di trading della società di brokeraggio Mirabaud Asia, ha sottolineato che “è troppo semplice” per questi analisti che si nascondono dietro l’anonimato, scommettere su qualcosa che beneficerà dall’impatto dei loro report.

“Non si tratta di una nota sell. L’obiettivo è di distruggere”.

La vigilanza sulle cosiddette analisi anonime si è intensificata dopo i casi che hanno visto protagonisti, per l’appunto, Noble, società di trading sulle materie prime, e Sound Global, società attiva nel trattamento dell’acqua; nel report scritto da un gruppo che si fa chiamare Iceberg Research, si accusa Noble di irregolarità di bilancio.

Il punto è che, andando sul sito di Inceberg, non compaiono nomi di analisti, numeri telefonici o link che riconducano ad altre analisi, a parte quella, di 17 pagine, su Noble. Contattata sul suo sito da Bloomberg News, Iceberg ha sottolineato che non può rispondere al telefono per “ragioni di anonimato”.

Sound Global ha perso -29% a Hong Kong lo scorso lunedì, dopo essere rientrata nelle contrattazioni di borsa per la prima volta dal 4 febbraio, successivamente alla pubblicazione di un report di Emerson Analytics, che ha accusato il gruppo di aver gonfiato il fatturato.

Anche in questo caso, non compare nessun nome che possa essere ricondotto al gruppo. Non ci sono informazioni su come contattare la società, o numeri di telefono, a parte un semplice indirizzo Gmail.

Nicholas Teo, analista presso CMC Markets a Singapore spiega il successo di tali report con l’atteggiamento di alcuni trader, che spesso vendono immediatamente e solo dopo si fanno domande. “Non c’è tempo di leggere tutti i report lunghi, dunque ci si limita a reagire subito”.

Intanto l’autorità monetaria di Singapore (MAS) sta studiando i report, e ha comunicato che agirà nel caso in cui le leggi sugli strumenti finanziari siano state violate. Noble e Sound Global hanno rigettato completamente le accuse. (Lna)

FONTE BLOOMBERG