Gruppo di 500 investitori firma petizione per sollecitare l’intervento dell’Emiro di Dubai in u

di Redazione Wall Street Italia
1 Giugno 2009 13:18

Ebony Ivory Investors Group, gruppo internazionale composto da 500 investitori e compratori nel settore immobiliare, ha firmato una petizione in cui si richiede alla Real Estate Regulatory Authority (RERA), l’agenzia govenativa di Dubai che regola il mercato immobiliare, e alla corte dell’Emiro di Dubai di avviare un’indagine sul progetto Ebony Ivory Towers all’interno dell’area Jumeirah Lake Towers, che coinvolge Al Fajer Properties e il suo agente marketing Dynasty Zarooni Inc. I firmatari della petizione chiedono alla RERA di annullare il progetto Ebony Ivory e di esigere da Al Fajer Properties un risarcimento completo, citando a sostegno violazioni legali da parte del costruttore, quali foto false dei lavori di costruzione e comunicati stampa fuorvianti. “Abbiamo versato circa 140 milioni di USD e siamo in possesso di un contratto firmato dallo Sceicco Maktoum Bin Hasher Al Maktoum,” ha affermato Moses Oye, portavoce degli investitori di Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Russia, India, Iran, Pakistan e altri paesi. “Adesso rivogliamo i nostri soldi.” Il gruppo di investitori ritiene fondamentale che la RERA svolga un’indagine completa e trasparente in modo da risolvere la questione velocemente, considerati i potenziali danni che essa può arrecare alla fiducia degli investitori in Dubai più in generale. “Siamo a conoscenza che Al Fajer Properties è controllata da un influente membro della famiglia reale,” ha aggiunto Oye. “Tuttavia, nel caso in cui le nostre rimostranze non vengano valutate secondo la legge, ciò intaccherà la reputazione del governo del Dubai, il quale, riteniamo, ha sempre sostenuto trasparenza, responsabilità e applicazione della legge per tutti.” Il gruppo di investitori ha citato nel reclamo pubblicità apparse su un quotidiano locale pubblicato nel luglio 2008, le quali mostrano le gru con il logo di Al Fajer Properties vicino ad una struttura di sei piani. La didascalia riportava: “Foto scattata in loco il 10 giugno 2008, Ebony Ivory, Jumeirah Lakes Towers.” Invece, secondo organi di informazione indipendenti, le foto mostravano in realtà un altro progetto di Al Fajer, le Jumeirah Business Centre Towers. Di fatto, il cantiere delle Ebony Ivory Towers non è che una voragine nel terreno priva di maestranze o macchinari. Negli ultimi sei mesi, il gruppo di investitori ha chiesto spiegazioni a Al Fajer Properties e ha sollevato il problema presso la RERA in più di un’occasione, senza tuttavia ricevere nessuna risposta. Adesso il gruppo è pronto a rivendicare ulteriori azioni legali contro Al Fajer Properties e Dynasty Zarooni. Il testo originale del presente annuncio, redatto nella lingua di partenza, è la versione ufficiale che fa fede. Le traduzioni sono offerte unicamente per comodità del lettore e devono rinviare al testo in lingua originale, che è l’unico giuridicamente valido.

Per Ebony Ivory Investors Group:Moses Oye, +447956289390Fax: [email protected]