Grecia: “Rivolte violente se non riavrà la dracma”

15 Febbraio 2012, di Redazione Wall Street Italia

New York – La Troika composta da Ue Bce e Fmi sta peggiorando la situazione in Grecia e il nuovo piano di austerita’ imposto “dall’alto” rischia di scatenare nuove violenze. “Non abbiamo ancora visto niente”, secondo l’anti europeista Nigel Farage.

Intervenuto oggi all’odierna sessione del Parlamento europeo, l’esponente della destra inglese ha puntato il dito contro i colleghi eurodeputati, dicendo che la Troika composta da Ue Bce e Fmi non sta facendo che peggiorare la situazione.

“Se i greci non tornano alla dracma, sarete responsabili di qualcosa di veramente terribile”. E ancora: “Se io fossi greco andrei in strada a protestare contro le autorita’ europee e il pupazzo Papademos” (l’attuale primo ministro del governo tecnico, NdR).