GOVERNO, “BACCHETTATE” DAL FINANCIAL TIMES

4 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 4 giu – Severo giudizio da parte dell’analista politico del Financial Times, Wolfgang Munchau: “Un anno fa – scrive -avevo formulato una previsione che sfortunatamente si sta rivelando corretta. Avevo predetto che il governo di Romano Prodi, primo ministro italiano, non sarebbe stato in grado di dar vita alle necessario trasformazioni economiche del Paese”. “Mi ricordo bene – aggiunge il giornalista nell’articolo intitolato: ‘La politica italiana ha bisogno di andare oltre l’ arcobaleno’ – i tanti attestati di buona volontà che Prodi ha ricevuto allora. Mi ricordo anche che Mario Draghi, governatore della Banca d’Italia, aveva espresso un cauto ottimismo circa il programma di riforme proposto dal governo. La scorsa settimana invece, quando Draghi ha letto le sue considerazioni finali, sembrava essere molto più pessimista: il governatore ha criticato il governo italiano per essersi troppo focalizzato sugli aumenti delle tasse e non abbastanza sul taglio delle spese. Draghi inoltre ha definito urgente la riforma del sistema pensionistico ed è stato critico con la classe politica del Paese e la sua interferenza con le banche. A questa lunga lista – osserva ancora Munchau -, aggiungerei anche che l’esecutivo di Prodi ha fallito nel risolvere i problemi del settore pubblico. Alcuni impiegati della pubblica amministrazione infatti, lavorano pochissimo, e nonostante ciò sono protetti dai loro contratti d’ impiego. La produttività del settore pubblico, per quanto essa possa essere misurata, è tra le più basse dell’Unione europea”.