Google, monito autorità privacy a rispetto regole

20 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Monito dei Garanti della privacy a Google: “rispetti la privacy”. L’appello arriva dal Garante della privacy italiano e dalle rispettive autorità di Canada, Francia, Germania, Irlanda, Israele, Olanda, Nuova Zelanda, Spagna e Gran Bretagna. Nella lettera inviata dalle Autorità internazionali si legge che “Troppo spesso il diritto alla privacy dei cittadini finisce nel dimenticatoio quando Google lancia nuove applicazioni tecnologiche. Siamo rimasti profondamente turbati dalla recente introduzione dell’applicazione di social networking Google Buzz, che ha purtroppo evidenziato una grave mancanza di riguardo per regole e norme fondamentali in materia di privacy. Inoltre, questa non e’ la prima volta che Google non tiene in adeguata considerazione la tutela della privacy quando lancia nuovi servizi”. Così con l’avvento di Google Buzz, Google mail è stato improvvisamente trasformato in un social network. La missiva, che riconosce che Google non è l’unica responsabile, conclude sollecitando il leader mondiale a dare il buon esempio.