Goldman Sachs fuori dal Bitcoin? “Fake News”

7 Settembre 2018, di Mariangela Tessa

“Fake news”. Così sono state bollate da un top manager di Goldman Sachs, le indicrezioni stampa – diffuse da Business Insider –  in base alle quali la banca americana avrebbe deciso di abbandonare i suoi piani di apertura di un trading desk per le criptovalute.

“Non avrei immaginato di dover usare questo termine ma purtroppo devo farlo: si tratta di fake news. “, ha dichiarato Martin Chavez, Chief Financial Officer di Goldman Sachs, al TechCrunch Disrupt Conference di San Francisco, confermando che la banca Usa è al lavoro per mettere a disposizione dei clienti dei derivati di Bitcoin, semplicemente perchè sono i clienti stessi a richiederlo. “Il passo successivo sarà l’introduzione di quelli che noi chiamiamo non-deliverable forwards, il cui prezzo di riferimento sarà bitcoin-U.S.D”.

Nonostante le precisazioni, il prezzo del bitcoin e di altre criptovalute più importanti continuano nella fase di flessione. Le vendite, accelerate dopo il rapporto iniziale di Business Insider all’inizio di questa settimana, continuano anche questa mattina: il Bitcoin scende dello 0,89% a $6,440.82. 

Da gennaio, la regina delle criptovalute ha mandato un fumo 184 miliardi di dollari di valore di mercato, mostrando la crescente incertezza degli investitori sul futuro della valuta digitale. Il mercato del Bitcoin vale ora 110 miliardi di dollari, dopo aver raggiunto il picco di 294 miliardi di dollari il 6 gennaio 2018.