Giappone, “bomba demografica”: porterà paese all’estinzione

13 Settembre 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Lo stress dei giapponesi si rivelerà fatale per il paese. Che rischia l’estinzione nel giro di 1750 anni.

E’ quanto emerge da uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università di Tohoku, che, prendendo in esame, i tassi di natalità e mortalità della popolazione relativi al 2014 e al 2015, ha previsto che Giappone si estinguerà il 16 agosto 3766.

“Il fattore che potrebbe portare a tale situazione, si legge su ‘Metro’, è la ‘crisi del sesso’ che ormai da 25 anni caratterizza il paese e che, secondo gli esperti, ha raggiunto un livello critico tale da poter essere definita una bomba demografica a orologeria”

Questa ipotesi va a braccetto con una recente indagine condotta dall’Associazione giapponese per la pianificazione familiare che ha riscontrato come il 49,3% delle persone intervistate tra i 18 e 49 anni non aveva avuto rapporti sessuali nell’ultimo mese.

Una situazione da imputare allo stile di vita frenetico dei giapponesi, che, viene calcolato, lavorano oltre 80 ore alla settimana. Significativo è il fatto che attualmente in Giappone vi sono meno di 16 milioni di bambini, una cifra che continua a diminuire.