Gestori: Wall Street ha raggiunto il picco, ma è presto per rotazione

14 Novembre 2018, di Mariangela Tessa

Nonostante Wall Street abbia raggiunto il suo picco, gli investitori continuano a guardare con interesse al mercato azionario americano.

È quanto emerge dall’ultimo sondaggio di Bank of America Merrill Lynch, condotto tra 225 gestori di fondi a livello globale, tra il 2 e l’8 novembre.

Secondo quanto emerge dalla consueta indagine mensile, un investitore su tre ritiene che le azioni statunitensi abbiano già raggiunto il massimo. Ciononostante, gli Stati Uniti sono rimasti la regione azionaria più popolare, con gli intervistati che hanno aumentato i loro investimenti durante la correzione del mercato di ottobre di dieci punti percentuali con un sovrappeso netto del 14%.

Il sondaggio ha rivelato che gli investitori stanno aspettando che i rendimenti dei Treasury a 10 anni raggiungano il 3,7% prima di passare dalle azioni alle obbligazioni.

La maggior parte degli investitori (45%) ha dichiarato inoltre che gli asset con le migliori performance nel 2019 saranno azioni non statunitensi, con l’indice S & P 500 nominato secondo migliore (17%) seguito da materie prime (15%).

Tuttavia, l’S & P 500 è stato anche visto come la terza asset class con le peggiori performance nel 2019 dal 18% degli intervistati, preceduto da titoli di stato (24%) e obbligazioni societarie (25%).