Germania:Porsche rileva Volkswagen

17 Novembre 2006, di Redazione Wall Street Italia

Nel gruppo automobilistico Volkswagen, oltre a un cambio ai vertici è in corso una modifica della struttura dell’azionariato, che sta provocando un’altalena al corso del titolo a Francoforte. Come reso noto ieri, l’investitore americano Brandes, fino a poco fa terzo azionista di riferimento di Vw, si ritira, riducendo drasticamente la sua partecipazione dal 9 per cento all’1,59 per cento.
Contemporaneamente, Porsche annuncia di voler aumentare la sua quota in Vw dal 27,4 al 29,9 per cento, facendo volare il titolo che, con un aumento del 3,1 per cento, si colloca in mattinata ai vertici del listino di Francoforte. Come riporta il quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung (Faz), la Porsche intenderebbe prendere il controllo di Volkswagen. Per l’operazione avrebbe ora il capitale necessario. Mercoledì scorso in serata, il consiglio di sorveglianza di Porsche autorizza un aumento di capitale di complessivamente circa 8,5 milioni di azioni ordinarie e privilegiate. Ciò corrisponde a un aumento di capitale del 50 per cento. Secondo le informazioni del quotidiano, tale operazione ha come scopo principale il rilevamento di una quota di controllo di Volkswagen. Un portavoce della Porsche smentisce l’intenzione della casa automobilistica di voler portare la sua partecipazione in Vw al di sopra del 30 per cento. Tuttavia, secondo quanto riportato dalla stampa, anche le dimissioni che il capo del marchio Volkswagen, Wolfgang Bernhard, intenderebbe rendere ufficiali oggi, sarebbero da interpretare come una reazione alle nuove modifiche della struttura dell’azionariato.
a. d. r.