Germania: bond con rendimenti negativi, ecco che cosa significa

9 Gennaio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – La Germania ha collocato titoli di stato a scadenza a sei mesi per un valore di 3,9 miliardi di euro e con un bid-to-cover pari a 1,80. La vera notizia risiede però nei rendimenti: per la prima volta nella storia, infatti, il collocamento è avvenuto a rendimenti negativi, seppur in modo frazionale, pari allo 0,0122%, contro lo 0,001% dell’emissione precedente.

Sempre nella giornata di oggi, arriva il sondaggio del quotidiano Die Welt, che ha preso come campione di riferimento 14 economisti bancari.

Ebbene, secondo gli esperti, l’economia tedesca sarebbe già in recessione tecnica, essendosi contratta negli ultimi tre mesi del 2011 e pronta a indebolirsi ulteriormente nel primo trimestre del 2012.

La maggior parte degli economisti ritiene comunque che la contrazione si confermerà contenuta, e in media gli esperti non ritengono che il Pil tedesco possa scendere più dello 0,5%. Inoltre, l’opinione è che la congiuntura recupererà nel resto dell’anno.

L’asta dimostra che, nonostante i rendimenti a bassissimi livelli, l’interesse degli investitori per i titoli governativi tedeschi esiste ancora. Dunque, il segno meno di fronte ai rendimenti non deve essere affatto visto con un’accezione negativa. Tutt’altro.