Germania: balzo inaspettato della disoccupazione, al 7%

2 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – La disoccupazione in Germania e’ aumentata a sopresa ad ottobre dal 6,9% al 7,0% dopo ben 19 mesi consecutivi di riduzione. Le persone in cerca di lavoro sono aumentate di 10mila unita’ a 2,941 milioni.

Gli analisti si attendevano un ulteriore calo della disoccupazione o, al peggio, una conferma del dato di settembre. Il governo federale prevede un tasso medio per il 2011 del 7,0% che dovrebbe ridursi fino al 6,7% nel 2012.

E’ la dimostrazione che i problemi dell’area euro stanno incominciando a farsi sentire anche nel motore d’Europa. Sebbene ancora fiscalmente solida, la Germania deve fare i conti con una crescita economica fiacca. Il PMI del paese e’ salito ma rimane sotto quota 50 punti.

Intanto diminuisce la fiducia del popolo tedesco nella classe politica al governo. Un tedesco su due boccia Angela Merkel sulla gestione della crisi e non ne vuole la riconferma alla cancelleria nel 2013. Lo rivela un sondaggio del settimanale Stern, da cui emerge che il 50% degli elettori e’ contrario a un terzo mandato per Angie contro un 39% di favorevoli e un 11% che non esprime alcuna opinione.