Generali, nel 2009 cresce utile netto, dividendo a 0,35 euro

17 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione di Assicurazioni Generali, riunitosi oggi a Milano sotto la presidenza di Antoine Bernheim, ha approvato il bilancio consolidato e il progetto di bilancio della Capogruppo relativi all’esercizio 2009. Lo si legge in una nota. L’ottima performance dei segmenti vita e finanziario e le iniziative per il contenimento dei costi hanno contribuito alla forte crescita dell’utile del periodo, che ha raggiunto i € 1.309 milioni (+52,1%; € 861 milioni nel 2008), con un utile nel quarto trimestre che, confermando il trend di crescita, è risultato il miglior periodo del 2009. Per rappresentare adeguatamente l’effettivo andamento del Gruppo è necessario eliminare gli effetti distorsivi legati, in particolare, alla contabilizzazione delle svalutazioni registrate nel primo semestre 2009 e imputate a conto economico, e le relative riprese di valore avvenute nella seconda parte dell’anno attribuite – in base alle regole IAS/IFRS – allo stato patrimoniale. Neutralizzando tali effetti l’utile del Gruppo è ammontato a € 1.633 milioni. In un anno ancora difficile, sia a livello macroeconomico che per quanto riguarda il settore assicurativo, i risultati del Gruppo evidenziano la capacità di Generali di continuare a crescere per linee interne, raggiungendo una raccolta record di oltre € 70 miliardi di premi e aumentando la redditività. Questi risultati sono stati ottenuti con un forte recupero nella seconda parte dell’anno che ha visto nel quarto trimestre una crescita dei premi del 20% e del risultato operativo del 82,8%, rispetto al 4Q08. Il dividendo unitario proposto per l’esercizio 2009 è interamente in contanti di € 0,35 per azione, più che raddoppiato rispetto alla componente in contanti del dividendo distribuita per l’esercizio 2008 (€ 0,15, a cui si era aggiunta l’assegnazione gratuita di 1 azione ogni 25). Il dividendo complessivo relativo alle azioni in circolazione è pari a € 544,9 milioni con un pay-out in contanti che cresce al 41,6% dal 24,6% del 2008, in linea con i livelli storici del Gruppo. Il dividendo sarà in pagamento dal 27 maggio con stacco cedola a partire dal 24 maggio 2010. Nell’attuale contesto si prevede una crescita della raccolta complessiva ed un miglioramento della marginalità tecnica nei rami danni attraverso ulteriori efficienze operative e opportuni interventi sul fronte delle tariffe. Nel segmento vita si prevede una raccolta netta positiva con un ulteriore miglioramento della qualità della stessa. Nel quadro dell’attuale contesto macroeconomico la politica degli investimenti continuerà a basarsi su una prudente asset allocation focalizzata a consolidare la redditività corrente. In questo contesto, salvo il verificarsi di eventi di carattere eccezionale, si prevede un risultato in ulteriore crescita rispetto a quello del 2009. Il Presidente Antoine Bernheim ha commentato: “Chiudiamo in forte progresso un anno ancora segnato dalla crisi, e che conferma il Gruppo Generali tra i leader mondiali del settore, sia in termini di solidità finanziaria sia per la capacità in un periodo estremamente complesso di far crescere in modo significativo il valore del Gruppo. Siamo premiati da una strategia che è riuscita a guardare al di là della congiuntura finanziaria, avendo l’obiettivo di sviluppare un business sostenibile nel lungo periodo, basato sulla diversificazione territoriale e distributiva”.