Generali, licenza preliminare per ramo vita in Vietnam

20 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Generali ha ottenuto la licenza preliminare per operare nel ramo vita in Vietnam. L’autorizzazione del Ministero delle Finanze di Hanoi dà il via alle procedure per la nascita di Generali Vietnam Life Insurance Company Ltd. La società sarà operativa nei prossimi sei mesi, seguendo la tempistica stabilita dalle norme locali per portare a termine le attività propedeutiche al business assicurativo. La compagnia sarà detenuta al 100% da Generali e avrà sede ad Ho Chi Minh City, città nella quale a fine del 2009 era stato aperto un ufficio di rappresentanza. Per l’occasione, Sergio Balbinot, amministratore delegato del Gruppo Generali, è stato ricevuto ad Hanoi dal Viceministro delle Finanze, Tran Xuan Ha, alla presenza anche dell’Insurance Commissioner, Trinh Thanh Hoan, e dell’Ambasciatore italiano in Vietnam, Andrea Perugini. “Questa autorizzazione – ha commentato Balbinot – darà un ulteriore impulso alla nostra strategia di espansione nei Paesi ad alto potenziale di crescita. L’economia vietnamita è infatti seconda solo a quella cinese per crescita del Pil, ma con una spesa assicurativa vita pari ad appena lo 0,7% del prodotto interno lordo. Ci troviamo quindi in un mercato che offre grandi opportunità per l’industria assicurativa. Ci sono tutti i presupposti affinché Generali possa diventare un player importante in questo mercato”. Con oltre 85 milioni di abitanti, una età media di 27 anni, uno sviluppo medio del PIL dell’8% e una crescita nel 2009 del 15% dei premi assicurativi, il Vietnam è uno dei mercati a più elevato potenziale di sviluppo di tutta l’Asia. Inoltre, l’obiettivo posto dal governo vietnamita per il 2012 è di triplicare la spesa assicurativa complessiva pro-capite oggi a 16 US$ aumentando la penetrazione dei premi assicurativi complessivi sul Pil al 4,2% dall’attuale 1,6%. Con il Vietnam saranno otto i mercati di operatività di Generali in Asia dopo Cina, Hong Kong, India, Filippine, Indonesia, Tailandia e Giappone.