Geithner: USA non sono come Cina, il dollaro non verrà mai svalutato

19 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Finalmente anche Timothy Geithner si sbottona in materia di valute. Il segretario al Tesoro statunitense, parlando a Palo Alto in un convegno che vedeva riuniti molti imprenditori locali, ha affermato che serve una “paziente pressione” nei confronti della Cina, affichè rivaluti la propria moneta. “E’ troppo svalutato” ha affermato Geithner a proposito dello yuan, “non è una cosa corretta nei confronti dei principali partners commerciali della Cina”. L’America dunque non ci sta a sottostare ad uno yuan debole e pertanto attraente, ma il segretario al Tesoro resta fermo su un punto: gli States non faranno nulla per svalutare il dollaro e quindi avvantaggiarsi in materia di export. “Non è una strategia praticabile nè fattibile, e noi non l’adotteremo”, ha affermato Geithner. Tutte parole che fanno crescere ancora di più l’attesa per il prossimo G20 in Corea del Sud, che si preannuncia davvero “bollente” in tema di valute.