GAS PALESTINESE PER ISRAELE

23 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Gerusalemme, 23 mag – La compagnia britannica di energia BG Group PLC ha dichiarato oggi che sta discutendo con il governo israeliano per fornirlo di gas palestinese, aggiungendo che la trattativa è resa complicata dalle tensioni politiche. La BG vorrebbe firmare un contratto di 15-20 anni per fornire lo Stato ebraico del gas prelevato dalle piattaforme del Gaza Marine, che, essendo al largo della Striscia di Gaza, è sotto la giurisdizione palestinese. Il “Times” riferisce che la compagnia britannica punterebbe a un accordo di quattro miliardi di dollari con i negoziatori di Israele, che incontrerà la settimana prossima; mentre le autorità palestinesi riceverebbero un miliardo di dollari in royalties. Il gas passerebbe attraverso una tubatura sottomarina che arriverebbe al porto israeliano di Ashkelon. La piattaforma di Gaza Marine, da cui partirebbe la fornitura, contiene 283 miliardi di metri cubi di gas naturale.