FUTURES USA PUNTANO VERSO L’ALTO

1 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

Segnali incoraggianti dai Future sugli indici americani che, con il loro andamento al rialzo, lasciano presagire un avvio positivo della borsa di Wall Street. Confortati da queste indicazioni, le principali borse del Vecchio Continente continuano a puntare verso l’alto, con il Ftse Mib che a Piazza Affari sale dello 0,50%. L’avvio della borsa di Milano è stato positivo fin dalle prime battute

Tra le altre piazze finanziarie, Bruxelles mostra un vantaggio dello 0,47% a 2526,7 punti, Zurigo un progresso dello 0,78% a 6763,16 punti, Parigi un rialzo dello 0,91% a 3742,4 punti ed Amsterdam un incremento dell’ 1,14% a 321,36 punti. Segno più anche per Francoforte +1,31% a 5671,6 punti, Londra +0,24% a 5367,3 punti e Madrid +0,4% a quota 10375,1.

Sul mercato valutario, l’euro è invece debole nei confronti del biglietto verde. Il cambio tra la moneta unica ed il dollaro si attesta infatti 1,3591 USD.

Dal fronte macroeconomico la giornata europea si è confermata ricca di dati. I prezzi import tedeschi di gennaio sono saliti dell’1,7% rispetto al mese precedente. In Italia, la disoccupazione è salita nel mese di gennaio posizionandosi all’8,6 per cento.

Sempre nel Bel Paese l’ISTAT ha registrato nel 2009 una discesa del Pil del 5%.

Dalla Zona Euro, è stato rivisto al rialzo PMI manifatturiero. L’indice manifatturiero in Eurolandia nel mese di febbraio è stato rivisto al rialzo a 54,2 punti, dai 54,1 della stima flash. Rimane, invece, invariato al 9,9% il tasso di disoccupazione della Zona Euro nel mese di gennaio dal mese precedente.N egli Stati Uniti, nel pomeriggio, verranno resi noti i redditi e la spesa personali, l’Ism manifatturiero e le spese per costruzioni. Gli appuntamenti clou della settimana saranno quelli con il BOE e La BCE che giovedì prossimo sveleranno i tassi d’interesse.