Futures Usa anticipano rialzi per Wall Street

14 Settembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – I futures americani segnalano una performance al rialzo (vedi dati a fondo pagina), in attesa della conference call tra la cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente francese Nicolas Sarkozy e il premier greco George Papandreou, sull’annosa questione del debito greco. Intanto i rendimenti dei Treasury a dieci anni continuano a salire e superano la soglia del 2%. I guadagni dell’azionario Usa si spiegano con i rumor secondo cui la Cina potrebbe aiutare i paesi europei.

Nel frattempo, prima dell’inizio della giornata di contrattazioni ha parlato il segretario al Tesoro Usa, Timothy Geithner: il ministro ha affermato che gli Stati Uniti hanno un grande interesse ad aiutare l’Europa, e che sono i timori sul Vecchio Continente che stanno alimentando una cautela non necessaria sui mercati. “I leader europei sanno che devono fare di più – ha detto – (Ma) non c’è alcuna possibilità che si arrivi a una crisi europea del genere di quella di Lehman”.

Poco fa sono stati resi noti i dati relativi all’indice dei prezzi alla produzione e alle vendite al dettaglio, relativi al mese di agosto. Mentre i prezzi alla produzione si sono confermati in linea con le stime, le vendite al dettaglio sono state particolarmente deludenti, in quanto sono rimaste praticamente invariate rispetto al mese di luglio, mettendo in evidenza per l’ennesima volta la debolezza dei consumi. Le vendite di auto e componenti sono invece scese ad agosto dello 0,3%: si tratta del risultato peggiore dal mese di maggio.
Si guarda intanto alle banche francesi, dopo la decisione di Moody’s di tagliare i rating di Credit Agricole e Société Générale, dando ragione così le indiscrezioni arrivate negli ultimi giorni. Occhi puntati anche sulla banca francese BNP Paribas, le cui quotazioni sono in calo dopo la notizia del piano di vendita di asset per 70 miliardi di dollari per smorzare i timori degli investitori.

Come se non bastasse, arriva anche la notizia della minaccia di Fitch sullaSpagna. Si guarda poi alla Cina e alla sua decisione di mantenere la politica monetaria restrittiva al fine di contenere l’inflazione, come ha affermato il premier Wen Jiabao.

Tra le storie di interesse a livello societario Dell, dopo che il cda ha dato l’approvazione a un piano di riacquisto di azioni per un valore di $5 miliardi, e Google, che ha aumentato la sua offerta di acquisto per Motorola Holdings del 33%, a $12,5 miliardi.

Sul fronte valutario l’ euro incrementa i guadagni nei confronti del dollaro dopo i dati americani e sale fino a $1,3737 (+0,40%), mentre è praticamente piatto sul franco svizzero a CHF 1,2037 (-0,03%); sullo yen perde lo 0,24%, a JPY 105,12.

Sul fronte delle commodities, i futures sul petrolio sono in ribasso dello 0,99%, a quota $89,32 al barile, mentre le quotazioni dell’oro sono quasi invariate a $1.831,10 l’oncia (+0,051%).

Intanto alle 15.00 (le 9.00 ora di New York) il future sull’indice S&P500 sale di 7,90 punti (+0,68%), a quota 1.173,10.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ crescita di 16,50 punti (+0,74%), a 2.230,70 punti circa.

Il future sull’indice Dow Jones sale di 66 punti (+0,60%), a 11.088.