Futures Usa ancora più cauti dopo dato richieste sussidi

29 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Performance lievemente al rialzo per i futures americani, che anche oggi guardano con attenzione ai risultati dell’asta italiana. (vedi performance in fondo pagina).

Dal fronte economico, sono state rese note le richieste iniziali dei sussidi di disoccupazione , che si sono attestate a un valore superiore alle stime. Tuttavia, la media delle ultime quattro settimane, un indicatore più attendibile in quanto non condizionato dalla volatilità del dato, ha testato il valore più basso dal giugno del 2008.

Si guarda intanto alla performance delle borse europee, che rimangono caute a seguito dell’asta del Tesoro italiano del 2011, che ha dato un esito sostanzialmente positivo, anche se non brillante come quello di ieri.

Protagonista l’euro, all’indomani del forte ritracciamento che ha portato la moneta unica a bucare quota $1,30. La moneta unica perde anche oggi, scendendo anche sotto quota $1,29 e attestandosi in calo verso il biglietto verde dello 0,38%, a $1,2890, mentre verso il franco svizzero perde lo 0,16% a CHF 1,2181, calando sullo yen dello 0,61%, a 100,22, al minimo in quasi 10 anni.

Riguardo alle commodities, infine, i futures sul petrolio salgono dello 0,17%, a $99,53 al barile, mentre le quotazioni dell’oro arretrano dell’1,80%, a $1.536.

Alle 14.48 ora italiana (le 8.48 ora di New York), i futures sull’indice S&P500 sono in rialzo di 3,70 punti (+0,30%), a quota 1.248,20.

I futures sul Nasdaq salgono di 5,50 punti (+0,24%) a 2.265 punti.

I futures sul Dow Jones avanzano di 27 punti (+0,22%), a 12.108 punti.

I rendimenti dei Treasury a 10 anni salgono ora all’1,923%.