Futures moderano i ribassi, ma rendimenti bond Ue elevati

16 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – Futures Usa in calo (valori a fondo pagina), con la Boe (Bank of England), la banca centrale inglese, che avverte dei possibili impatti negativi per l’economia mondiale che potrebbero derivare dal fallimento delle autorità europee nel contenere la crisi del debito in corso nell’area.

Annuncio da parte del Presidente del consiglio incaricato, Mario Monti, della nuova squadra di governo. Nessuna sopresa sui nomi dei ministri. L’incontro è durato più del previsto e lo spread tra i rendimenti del decennale italiano e l’omologo tedesco e’ arrivato a 526 punti.

UniCredit chiederà alla Bce di allargare la possibilità dei collaterali che possono essere offerti per ottenere finanziamenti, secondo quanto riporta Reuters, citando una fonte vicina alla più grande banca italiana.

Dell in calo dopo che il terzo più grande produttore di Personal Computer ha annunciato vendite inferiori alle attese degli analisti. In rialzo Rim (la società produttrice di BlackBerry), dopo che Goldman ha portato il suo giudizio da “sell” a “neutral”.

Dal fronte economico, attesi una lunga serie di dati di rilievo negli Stati Uniti. Alle 14.30 le rilevazioni sui prezzi al consumo, con le attese parlano di prezzi stabili rispetto al mese precedente. Alle 15.00 transazioni TIC di lungo termine, mentre alle 15.15 produzione industriale e tasso di utilizzo capacità produttive. Alle 16 indice NAHB mercato immobiliare e alle 16.30 scorte di petrolio greggio e inventari prodotti petroliferi.

Sul fronte del mercato valutario, l’euro perde lo 0,19%, a $1,3510, sul franco svizzero cede lo 0,06%, a CHF 1,2379, mentre contro lo yen arretra dello 0,34% a JPY 103,93.

Riguardo alle commodities, i futures sul petrolio lasciano sul campo lo 0,34%, a quota $99,03 al barile, mentre le quotazioni dell’oro scendono dello 0,29%, a $1.777,1 l’oncia.

Alle 13.32 ora italiana (7.32 ora di New York), i futures sull’indice S&P500 sono in calo di 8,6 punti (-0,64%) a quota 1.246,1 punti.

Giù di 3,25 punti (-0,30%) i futures sul Nasdaq a 2.352,75 punti.

In flessione di 55 punti (-0,42%) i futures sul Dow Jones, a 11.987 punti.

Rendimenti dei Tresury a 10 anni si attestano in calo di 1 punto base al 2,035%.