Futures in rialzo, scommettono su conferenza Eurogruppo

19 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

New York – In rialzo i futures sui principali indici azionari americani (vedi performance in fondo pagina), segnale che Wall Street potrebbe recuperare parte dei sell registrati nella settimana precedente.

Attesa sui risultati dei colloqui telefonici tra i ministri delle finanze dei paesi dell’eurozona, per discutere del nuovo patto di bilancio e dei prestiti bilaterali al Fmi fino a €200 miliardi decisi durante la riunione dell’8-9 dicembre. la conferenza telefonica dovrebbe iniziare alle 15.30 ed essere seguita, alle 16.30, da un discorso del numero uno della Bce, Mario Draghi.

Occhi puntati sul fronte geopolitico, dopo che la Korean Central News Agency (KCNA), la Tv ufficiale della Corea del Nord, ha annunciato che il “Caro Leader”, Kim Jong-Il, è morto di attacco di cuore all’età di 69 anni durante un viaggio in treno. Cresce l’incertezza nel nord-est Asia e aumentano le preoccupazioni sul programma atomico di Pyongyang.

Procter & Gamble Co, il più grande produttore al mondo di beni di consumo, avrebbe interrotto le assunzioni full-time per quest’anno fiscale.

Il principe saudita Alwaleed bin Talal ha acquisito, per la cifra di $300 milioni, una “quota strategica” nella società di microblogging Twitter.

Dal fronte economico degli Stati Uniti, non sono attesi dati di rilievo.

L’euro nei confronti del dollaro si attesta a $1,3036 (-0,04%), in calo anche contro il franco svizzero (-0,07%) a CHF 1,2202 e contro lo yen sale dello 0,12% a JPY 101,52.

Riguardo alle commodities, i futures sul petrolio salgono dello 0,74% a quota $94,22 al barile, mentre le quotazioni dell’oro sono a $1.604,80 l’oncia (+0,43%).

Alle 15.00 ora italiana (le 9.01 ora di New York), i futures sull’indice S&P500 sono in rialzo di 7,3 punti (+0,60%), a quota 1.218,20 punti.

I futures sul Nasdaq salgono di 14,50 punti (+0,48%), a 2.247,25 punti.

I futures sul Dow Jones avanzano di 57 punti (+0,48%), a 11.835 punti.

Rendimenti dei Treasury a 10 anni in rialzo all’1,863%.