FUTURE USA POSITIVI DOPO VIAGGIO BUSH IN ASIA

20 Ottobre 2003, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono tutti positivi e sopra al fair value.

Sul fronte macroeconomico l’unico dato della giornata sara’ pubblicato mezz’ora dopo l’apertura della borsa: i leading indicators di settembre. La previsione del mercato e’ per un valore intorno alla parita’, in calo rispetto al +0,4% di agosto. Eventuali sorprese positive potrebbero rafforzare l’idea di un ciclo economico in accelerazione.

Per quanto riguarda le trimestrali attese oggi, tra gli altri, prima dell’apertura della Borsa, riportano gli utili: Citigroup (C – Nyse), 3M Company (MMM – Nyse), Lexmark (LXK – Nyse), Check Point Software (CHKP – Nyse).

A mercati chiusi sono da verificare i numeri di: Altera (ALTR – Nasdaq). Blue Chip della serata sara’ il produttore di chip: Texas Instruments (TXN – Nyse).

Sul fronte valutario attenzione alla rinnovata forza del dollaro che segue il tour del Presidente Bush in Asia. L’amministarazione americana ha ribadito in tutte le tappe del viaggio la volonta’ di perseguire una politica fondata sul dollaro forte e quella di lasciare al mercato la determinazione dei rapporti di cambio. In calo sia lo yen (XJY) che l’euro (XEU) che perdono terreno sul biglietto verde.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 guadagna 2.50 punti (+0,24%), a 1040,30 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 4,50 punti (+0,32%) a 1.398,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones sale di 15 punti (+0,15%) a 9.713 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4,43%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA