Future E-mini S&P500: gelata sui consumi Usa ma operatori apprezzano ripresa fiducia

14 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Settimana positiva quella appena conclusa per il mercato dei derivati americano, grazie all’aumento dell’indice della fiducia dei consumatori statunitensi, salito a sorpresa ai massimi da due anni e mezzo, fornendo un buon pretesto agli investitori che hanno deciso di ignorare la flessione delle vendite al dettaglio a maggio negli Usa. Un altro segnale di rallentamento infatti dopo quello sull’occupazione, in palese contraddizione con le parole del Presidente della Fed, Bernanke, che appena tre giorni prima aveva parlato di una buona ripresa dei consumi e degli investimenti aziendali. Il numero uno della Banca Centrale Usa ha escluso l’ipotesi di “double dip”, ovvero di una doppia caduta in recessione, sottolineando come le spese dei consumatori e gli investimenti siano sostenuti a sufficienza per garantire un percorso di crescita dell’economia a stelle e strisce, pur se con un ritmo relativamente moderato. I due grandi limiti alla crescita, ha aggiunto Bernanke, sono il mercato del lavoro e la persistente fragilità del settore bancario. Il future E-mini S&P500 archivia così i 5 giorni a 1.089,25 punti dopo aver raggiunto il top 1.092,25 e mette a segno una performance settimanale positiva del 3,94%. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di resistenza vista a 1.107,25 con ulteriore target visto a 1.116,25. Supporto a 1.065,25.