Future E-mini S&P500, delude l’occupazione Usa

5 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il vento ribassista ha soffiato ancora una volta sull’azionario americano, colpito già la settimana precedente dal riaffiorare dei dubbi sull’economia. Dopo i dati peggiori delle attese sull’attività manifatturiera e sulle vendite di case dopo la fine degli incentivi. Quella che si presenta davanti è una ripresa a “ostacoli”. I dati sull’occupazione negli Stati Uniti a giugno hanno evidenziato come sia difficile ancora riuscire a creare posti di lavoro in numero sufficiente da rendere sostenibile il tasso di crescita e da rilanciare la domanda al consumo. Anche l’industria non brilla, con gli ordinativi in maggio calati ben oltre le previsioni. Il future E-mini S&P500 archivia così i 5 giorni a 1.014,25 punti dopo aver raggiunto il bottom 1.006 e mette a segno una performance settimanale negativa del 5,30%. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di supporto vista a 986,75 con ulteriore target visto a 973,25. Resistenza a 1.047.