Future E-mini S&P500, Bernanke avverte: la ripresa è a rischio

18 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Ancora una settimana positiva per il mercato americano, che ha accolto favorevolmente, seppur attesa, la posizione della Banca Centrale di varare se necessario nuove misure per rilanciare l’economia del Paese. Il Presidente della Fed, Bernanke, ha detto che l’istituto centrale è pronto a muoversi per sostenere la ripresa economica, ammettendo allo stesso tempo che la ripresa è “dolorosamente lenta per trainare l’occupazione”. Proprio in settimana, il dato sull’inflazione ha registrato un progresso di appena lo 0,1% nel mese di settembre, a conferma che la domanda resta debole, tanto che le aziende non possono far lievitare in alcun modo i prezzi. Ora il mercato aspetta di conoscere nel concreto dettagli ed entità dell’intervento. La prospettiva di un aumento dell’offerta monetaria ha messo ancora una volta le ali al mercato, con il future E-mini S&P500 che raggiunge il top 1.181. Il contratto di dicembre chiude così i cinque giorni 1.1175 punti mettendo a segno una performance settimanale positiva dell’1,10%. Tuttavia va segnalato che la curva si trova in area di ipercomprato, con l’indice d forza relativa (RSI), misurato a 14 giorni a quota 71,64, indicativo di una possibile correzione al trend attuale. Per le prossime sedute va posta dunque particolare attenzione all’area di resistenza vista a 1.186,75 con ulteriore target visto a 1.192,75. Supporto a 1.163,25.