Future Dax, settimana scorsa ancora a zig zag

19 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Altra settimana all’insegna del nervosismo quella appena conclusa per il future sull’indice Dax, su cui continua a pesare la questione sul debito greco e l’incertezza sul piano di salvataggio messo a punto dall’Unione Europea e dal Fondo Monetario Internazionale. Ulteriore batosta è arrivata nel fine settimana, quando la notizia delle accuse di frode rivolte a Goldman Sachs dalla Sec statunitense, hanno fatto scivolare il contratto tedesco fino al bottom 6.168 annullando così i guadagni della settimana. Il contratto scadenza giugno infatti era partito con la marcia inserita sopra i livelli di chiusura dell’ottava precedente e con l’obiettivo di avvicinamento alle resistenze di area 6.400 arrivando a toccare il top 6.316,5. Intanto la BCE, nel consueto bollettino mensile, dice che “l’economia europea dovrebbe continuare ad espandersi ad un ritmo moderato nel 2010. Tuttavia permangono anche taluni fattori di rischi,o quali i feedback fra settore finanziario e reale, la possibilità di crescita dei prezzi delle materie prime e l’aumento di misure protezionistiche. Fattori che potrebbero minare la crescita della Zona Euro”. Il derivato tedesco archivia così l’ottava a 6.189 punti e mette a segno una performance settimanale negativa dell’1,15% a fronte di quella mensile positiva del 2,78%. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di supporto individuata a 6.132,5 e successiva a 6.104. Resistenza a 6.253.