Future Dax, ancora indicazioni macro contrastanti, tassi restano su minimi storici

11 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nella settimana appena conclusa il future sull’indice Dax, continua a salire deciso a testare importanti resistenze in area 6.350 punti. Ancora indicazioni contrastanti giungono però dal fronte macroeconomico. L’industria tedesca fa segnare un incremento degli ordini oltre il previsto ma le vendite al dettaglio dei Paesi UE frenano. Peggiorano anche gli indicatori dei direttori degli acquisti delle imprese di servizi a settembre. Attenzione in settimana al bollettino mensile della Bce. Intanto il Presidente dell’Eurotower, Jean Claude Trichet. ha confermato una politica monetaria accomodante, in sintonia con la crescita moderata della Zona Euro, ribadendo la posizione del banchiere centrale europeo in merito al delicato equilibrio dei cambi. Trichet ha confermato che occorre un maggior impegno della Cina per rendere più flessibile la propria valuta, appoggiando nell’interesse di tutti anche la politica del dollaro forte portata avanti dagli Stati Uniti. I tassi di interesse restano sui minimi storici all’1%, livello che la Bce, giudica ancora appropriato. Il derivato tedesco ha concluso così i 5 giorni a 6.299 punti mettendo a segno una performance settimanale positiva del 2,47%. Per le prossime sedute va posta particolare attenzione all’area di resistenza individuata a 6.381,5 e successiva a 6.423. Supporto a 6.208,5.