Ftse Mib, analisi ciclica: vista discesa ai minimi del 2012

2 Aprile 2013, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Da giorni ormai, l’indice si trova al di sotto di tutte le medie mobili di medio periodo e, sulla chiusura del mese di marzo, si è portato nell’area di minimo, delimitata dalle due medie mobili a 18 mesi (marrone) e 24 mesi (blu).

È importante che i prezzi rimangano sopra il supporto della media mobile a 24 mesi se si vuole giustificare una ripresa del mercato toro. In sostanza, o i prezzi ripartono decisi al rialzo a breve, oppure non ci sono grandi prospettive di ripresa per i prossimi due/tre mesi, con un 30% di possibilità che una pesante svolta ribassista ci riporti verso i minimi del 2012.

I volumi sono ancora in riduzione e specialmente bassi sull’ultimo Secondary Test. Però non sono ancora in fase con i prezzi e questo lo capiamo grazie alle medie mobili.

Quando i prezzi sono sopra la media mobile rosa, i volumi sono sotto la MM verde. Quando i prezzi rompono al ribasso la MM e vanno verso ST, i volumi si risollevano e si portano al di sopra della media mobile. E sul fallimento della rottura della media mobile rosa da parte dei prezzi, avvenuto il 28 marzo, i volumi sono risaliti sopra il loro indicatore.

A questo punto ci aspettiamo un ulteriore Test ribassista (questi si verificano a oltranza finché prezzi e volumi non sono in fase).
[ARTICLEIMAGE]
Ma se invece i prezzi dovessero superare al rialzo l’area di minimo segnalata nell’immagine, questa discordanza di prezzi e volumi non li porterebbe molto lontano e probabilmente avremmo un primo rialzo molto debole e un successivo sgonfiamento che potrebbe anche realizzarsi in quel 30% di possibilità di ritorno ai minimi del 2012 nei prossimi due/tre mesi.

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Borsari.it – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © Borsari.it All rights reserved