Francia: vince linea Hollande, ok a tassa 75% sui super ricchi

30 Dicembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

PARIGI (WSI) – Alla fine, ha avuto la meglio la linea del presidente Francois Hollande.

La Corte costituzionale francese, stando a quanto riporta Bloomberg, ha dato infatti il via libera alla tassa del 75% sul reddito dei super-ricchi, identificato con gli stipendi con un valore superiore a 1 milione di euro.

Stando alla proposta di Hollande, le aziende dovranno pagare una tassa del 50% sugli stipendi erogati, di ammontare superiore a 1 milione di euro; ciò significa che, in combinazione con altre tasse e altre imposte, la tassazione per i Paperoni che risiedono in Francia sarà pari al 75%, come promesso da Hollande durante la sua campagna elettorale, nel febbraio del 2012.

La corte costituzionale aveva rifiutato la prima proposta lo scorso dicembre, in quanto si proponeva si applicare la tassa solo agli individui e non alle famiglie. Il tribunale aveva sancito che qualsiasi tassa al di sopra del 66% sarebbe stata considerata alla stregua di una confisca.

Hollande ha deciso tuttavia di non mollare, proponendo una tassazione che fosse pagata non dai singoli individui ma dalle società sui propri dipendenti più ricchi, per un valore non superiore al 5% del fatturato.

Il giudizio finale della corte è arrivato dopo che più di 60 membri del Parlamento e più di 60 senatori hanno manifestato la loro opposizione. Perdendo.