Francia, la situazione è allarmante

25 Giugno 2014, di Redazione Wall Street Italia

PARIGI (WSI) – Prima il PMI poi l’indice sul clima di fiducia delle aziende. La Francia è in una situazione molto negativa che va di male in peggio dal punto di vista economico.

L’indice dell’attività manifatturiera ha mostrato un deterioramento più accelerato degli altri paesi dell’Eurozona.

Dal sondaggio Insee sulla fiducia delle aziende, si scopre che i capi di impresa sono pessimisti in pressoché tutti i settori.

Se si osserva la colonna di destra della tabella a fianco, infatti, si può notare un deterioramento in ogni categoria.

La Francia ha fatto peggio della Germania durante la crisi e lo ha fatto in maniera sostanziosa. Ora che la fase di ripresa è cominciata, a Parigi non si vedono segni di recupero come invece sta avvenendo in altre nazioni della cosiddetta periferia meno virtuosa del blocco a 18.

Gli analisti di Pantheon Economics sottolineano che anche se “il calo dell’indice manifatturiero non è catastrofico, è allarmante vedere segni rinnovati di un indebolimento del trend”.

La Francia non ha ancora visto una ripresa. L’indice del sentiment nell’area manifatturiera è sotto la media a lungo termine e l’indicatore dell’Insee ha invertito rotta, attestandosi in territorio nettamente negativo.