Foster’s rifiuta offerta per business vini, mistero su acquirente

8 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – E’ mistero sul nome della società internazionale di private equity interessata Foster’s. Il produttore di alcolici autraliano ha annunciato oggi di aver rifiutato un’offerta per la Treasury Wine Estates (gli asset legati alla produzione vinicola) da 2,3-2,7 mld di dollari australiani cash, limitandosi solo ad affermare che l’aspirante acquirente è una private equity internazionale. Il motivo del rifiuto, ha spiegato Foster’s, è ovviamente legato ad una sottostima del potenziale della Treasury Wine Estates, che ha un portfolio di brand di valore ed elevate prospettive di crescita.