Forza Italia: volano gli stracci, dopo la sconfitta elettorale

1 Giugno 2014, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Sfida aperta tra Berlusconi e Fitto. «Chiedo a tutti di non proseguire con uno sterile dibattito a mezzo stampa sulle primarie e a non contribuire così all’immagine negativa che i media ostili costruiscono ogni giorno a nostro danno», dice il leader di Forza Italia.

Parole che fanno arrabbiare Fitto il quale chiede da giorni le primarie. L’ex presidente della Puglia risponde così: «Carissimo Presidente, raccolgo l’appello che hai rivolto a tutti, e dunque preannuncio che al prossimo Ufficio di presidenza lavoreremo per una proposta articolata di rilancio sia sul terreno dei contenuti sia su quello organizzativo».

L’accusa «Ciò detto, consentimi di ribadirti pubblicamente ciò che ho già avuto modo di dirti a quattr’occhi, con l’affetto e la sincerità di sempre. Quello che fa male al nostro movimento non è certamente il libero dibattito di idee, condotto da chi come me lo fa lealmente, ma la piccola dose quotidiana di falsità e veleni che alcuni mettono in circolo da troppo tempo», spiega Fitto, che poi sottolinea: «In un grande movimento, come noi siamo, chi discute in modo limpido (senza retroscena, senza sottintesi, senza doppie verità), e lo fa forte di una coerenza nota, dovrebbe essere una risorsa, e non un problema».

Quindi il deputato azzurro e neoletto al Parlamento europeo con il maggior numero di preferenze in FI, conclude: «Ho l’orgoglio di conoscere un Berlusconi che si è sempre fatto forte delle idee innovative, e ha sempre alzato l’asticella del cambiamento, spiazzando tutti. Un abbraccio e buon lavoro a tutti noi».