Fondo Strategico Italiano entra in Saipem? Titolo sospeso, -5,8%

9 Giugno 2015, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – Accelerano le vendite su Saipem, controllata di Eni. Il titolo sconta il peggioramento dell’indice Ftse Mib, ma reagisce male anche ad alcune indiscrezioni.

Si parla di un possibile acquisto di una quota di Saipem del 20% circa, per un valore compreso tra 800 milioni e 1 miliardo di euro, da parte del Fondo Strategico Italiano (FSI), che è controllato per l’80% da Cassa Depositi e Prestiti. Le quotazioni scendono subito per poi essere sospese per eccesso di ribasso, con una flessione -5,79% a 9,92 euro.

E’ stato il quotidiano MF-Milano Finanza a riportare la notizia, che ha aggiunto che, una volta effettuato l’ingresso di FSI in Saipem si potrebbe procedere successivamente a un’operazione di aumento di capitale.

MF ha ricordato che la ricapitalizzazione di Saipem potrebbe aggirarsi tra i 2 e i 2,5 miliardi di euro, anche se non esclude la possibilità di limitare le richieste agli azionisti a 1,5 miliardi.

Se FSI entrasse nel capitale di Saipem la quota detenuta da Eni scenderebbe dall’attuale 42,93% a poco più del 20%.

Alle 10.27 ora italiana il titolo Saipem sottoperforma il mercato e registra un calo -2,75% a quota 10,24 euro.