Fondo sovrano cinese frena su acquisti bond di Italia e Spagna

14 Febbraio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Nonostante le pressioni giunte dal Cancelliere tedesco Angela Merkel durante la recente visita in Cina, il fondo sovrano di Pechino, China Investment Corp (CIC), dichiara di essere dubbioso su investimenti nei bond dei paesi dell’eurozona. Piuttosto, andrà alla ricerca di opportunità nelle infrastrutture e in progetti industriali.

“I bond governativi europei non rappresentano un’opportunità per investitori di lungo periodo come noi”, ha dichiarato Lou Jiwei, direttore del fondo. “Solo le banche centrali con determinate responsabilità possono investirci.”.

CIC, con a disposizione $410 miliardi, ha di recente acquistato una quota di minoranza di Thames Water, la holding che controlla i servizi idrici di Londra. Adesso dovrebbe puntare a una serie di altre opportunità di investimento in Europa, nelle infrastrutture e in progetti industriali.

L’Europa “finirà inevitabilmente in recessione”, secondo Lou. La ripresa economica globale, inclusa negli Stati Uniti, sarà un processo molto lento. In sostanza anticipa la possibilità di nuovi rischi, che potrebbero alterare il sentiment e portare il mercato a registrare nuovi ribassi.