Fondi di private equity: mai così tanti attivi sul mercato

25 Aprile 2018, di Livia Liberatore

Il numero di fondi di private equity ha raggiunto il livello più alto di tutti i tempi con la domanda da parte degli investitori istituzionali per il settore che cresce in un contesto di tassi di interesse bassi. A dirlo è un rapporto di Boston Consulting Group, secondo cui a partire da gennaio 2018, è stato raggiunto un record di 2,296 fondi di private equity attivi nel mercato, che hanno raccolto un totale di 744 miliardi di dollari. Si tratta di un aumento del 25% rispetto all’anno precedente, secondo i dati di BCG.

Gli autori del rapporto hanno riferito che l’aumento è stato guidato in parte da anziani fondatori riluttanti a lasciare le loro aziende, ma anche dalla domanda crescente di investitori assetati di rendimenti per questa classe di attività. “Con la maturità del settore ci sono molti senior ma non tutti possono arrivare al vertice dell’azienda”, ha dichiarato al Financial Times Antoon Schneider, senior partner e managing director di BCG. “Alcune di queste persone hanno poi impostato i propri fondi con successo grazie al loro curriculum”.

Alcuni esempi recenti di dirigenti che hanno lasciato gruppi consolidati sono quelli di Dominic Murphy di KKR e Ian Jones di Apax. “Il private equity è un’alternativa interessante perché tende a sovraperformare nel lungo periodo. Gli investitori continueranno a destinare risorse al private equity “, ha affermato Schneider. Tuttavia, vi sono preoccupazioni crescenti sul fatto che il private equity si trovi in ​​una bolla con leva utilizzata per operazioni prossime a livelli record e valutazioni a livelli storici, in condizioni simili a quelle degli anni che hanno portato alla crisi finanziaria.

Ciò ha portato a mettere in guardia su un possibile calo dei rendimenti del settore nel tempo. “L’industria del private equity non ha raggiunto il picco”, conclude lo studio di Boston Consulting Group. “Le compagnie di proprietà di private equity sono sminuite da quelle che sono quotate in borsa. . . e gli investitori continuano a investire il loro capitale in private equity “.