Fisco: Coldiretti, voucher importanti contro sommerso

13 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Lo strumento dei voucher, introdotto per la prima volta in occasione della vendemmia 2008, successivamente esteso ad altri soggetti ed ad altre attività, attraverso la semplificazione delle procedure ha permesso di ottenere importanti risultati nella lotta al lavoro sommerso. E’ quanto afferma la Coldiretti che, nel commentare i dati Istat sull’economia sommersa relativa al periodo 2000- 2008, sottolinea che si tratta di una opportunità colta da 20mila giovani che rappresentano ben un quarto del totale di 80mila lavoratori che hanno usufruito di questo sistema di pagamento. La Coldiretti è l’organizzazione con il maggior numero di imprese che assumono lavoratori in agricoltura che, insieme al turismo ed ai servizi, è il settore che più utilizza questa opportunità per semplificare le attività di raccolta nei campi per le imprese e agevolare l’accesso di studenti, pensionati e casalinghe ad un’esperienza di lavoro e di integrazione al reddito assicurando trasparenza al rapporto. Il 46 per cento dei voucher sono serviti – conclude la Coldiretti – per remunerare il lavoro in campagna, il 14 per cento per manifestazioni sportive, culturali o di solidarietà, il 9 per cento nel commercio, l’8 per cento nei servizi, il 4 per cento per attività turistiche.