FISCO, AL DEBUTTO DETRAZIONI PER ATTIVITA’ SPORTIVE

14 Maggio 2007, di Redazione Wall Street Italia

(9Colonne) – Roma, 14 mag – A partire da quest’anno, sostenere la passione dei figli per lo sport peserà meno sui bilanci delle famiglie italiane. Infatti, dopo la firma del decreto del Ministro per le politiche giovanili e le attività sportive che ne ha fissato regole e modalità d’applicazione, l’agevolazione che consente di detrarre dall’Irpef il 19 per cento delle spese sostenute per l’iscrizione ad attività sportive di ragazzi tra 5 e 18 anni fino a un massimo di 210 euro, entra di fatto nell’agenda fiscale di milioni di contribuenti. Naturalmente, si tratta di un’agevolazione che potrà esser fatta valere al momento della compilazione della dichiarazione del 2008 sui redditi del 2007. Dunque, a partire da oggi, si dovrà aver cura di conservare le ricevute relative al capitolo delle attività sportive praticate dai propri figli, anche considerando che sono almeno 3 milioni i ragazzi che praticano sport nel nostro Paese. Entrando nel dettaglio, la spesa va certificata mediante bollettino bancario o postale, fattura, ricevuta o quietanza di pagamento, con l’indicazione della ditta, della denominazione o ragione sociale e della sede legale, oppure, se persona fisica, del nome, cognome e della residenza, nonché del codice fiscale. E’ inoltre necessario riportare la causale di pagamento, l’attività sportiva esercitata, l’importo corrisposto per la prestazione resa, i dati anagrafici e il codice fiscale del praticante l’attività sportiva e del soggetto che effettua il pagamento.