Finmeccanica di cattivo umore dopo conti vigilia

4 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nel generale clima di euforia che sta distinguendo oggi i mercati europei, un titolo si leva dal coro. E’ Finmeccanica, unico segno meno sul paniere principale di Piazza Affari con un calo dell’1,53% a 9,68 euro. Ieri sera la compagnia ha annunciato i conti dei primi nove mesi dell’anno, definiti “sostanzialmente in linea con quelli dello stesso periodo del 2009, e in alcuni casi migliori delle previsioni a suo tempo elaborate”. Per questo la compagnia ha confermato le attese per l’intero esercizio 2010. Il bilancio ha evidenziato con calo dei profitti dell’11,8% a 321 mln di euro e ricavi in aumento del 2,2% a 12,924 mld. Per quanto riguarda gli ordini, il Direttore Finanziario di Finmeccanica Alessandro Pansa ha detto, durante la conference call odierna di presentazione dei dati agli analisti, che la società è in grado di raggiungere il target 2010 a quota 22 mld di euro. Il debito dovrebbe attestarsi invece poco sopra i 3 mld. Pansa ha inoltre rassicurato che i tagli alla Difesa operati dalla Gran Bretagna non peseranno su Finmeccanica in quanto già scontati nei target.