Fiat: Scajola, su Termini Imerese ci focalizziamo su proposte più interessanti

13 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – “Per Termini Imerese ci stiamo focalizzando sulle proposte più interessanti già pervenute, anzitutto sulle sei che riguardano il settore dell’automotive. Complessivamente, abbiamo ricevuto 21 manifestazioni d’interesse di cui 14 più concrete e 11 già in avanzata fase di analisi da parte del nostro advisor Invitalia. Alcuni dei proponenti stanno già realizzando i business plan per entrare nella fase più operativa. Resto fiducioso che riusciremo nei tempi previsti a garantire un futuro industriale e occupazionale a Termini Imerese nel settore automobilistico”. Così il Ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola ha commentato le conclusioni del Tavolo su Termini Imerese che si è svolto presso il dicastero di Via Veneto. Delle 14 proposte concrete esaminate da Invitalia, oltre alle sei che riguardano l’automotive, tre sono nel manifatturiero, tre nella ricerca, una nel settore dei media e una nel settore agricolo. Queste proposte verranno confrontate con quelle che emergeranno a valle dell’invito internazionale a manifestare interesse che sarà pubblicato nelle prossime settimane. In mattinata si è tenuto anche l’incontro previsto su Fiat Powertrain, nel corso del quale l’Azienda ha presentato la situazione del settore e si è impegnata a mantenere una forte presenza in Italia della produzione di motori, senza dichiarare esuberi strutturali. Il mantenimento in Italia di una significativa quota di motori (attualmente l’85% della produzione Powertrain è in Italia) consentirà al nostro Paese di mantenere nel settore l’eccellenza riconosciuta a livello internazionale. Il Governo ha chiesto a Fiat una migliore distribuzione della produzione nei diversi stabilimenti, con particolare riguardo alla Fma di Pratola Serra in provincia di Avellino.