Fiat: Landini, per Mirafiori proposto modello Pomigliano

3 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – “Si conferma che il modello Pomigliano, proposto anche per lo stabilimento di Mirafiori, punta a superare il contratto nazionale, a cancellare i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori e ad affermare in Italia un modello aziendalistico e neocorporativo”. Così il segretario generale della Fiom-Cgil, Maurizio Landini, ha commentato la situazione dello stabilimento Mirafiori di Fiat. “Il Contratto nazionale senza deroghe, quello del 2008, è l’unico che può permettere di affrontare le nuove esigenze produttive, senza peggiorare le condizioni di chi lavora”, prosegue Landini. “A questo punto – conclude il segretario generale – è necessario coinvolgere i lavoratori e le lavoratrici e farli decidere sulle loro condizioni. Per questo proponiamo che, a partire da lunedì, siano convocate le assemblee.”