Fiat in rialzo non teme esito immatricolazioni

1 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Ottima performance per Fiat, che dopo un avvio tentennante ostenta con sicurezza un buon rialzo dell’1,78% a 9,415 euro, perfettamente in linea con il settore auto europeo. Il titolo non sembra influenzato dall’imminente report del Ministero dei trasporti relativo alle immatricolazioni di auto in agosto, viste in caduta libera dopo il -26% del mese precedente. Secondo molti esperti del settore anche il mese da poco concluso non sarà felice per il mercato dell’auto, che sconta la crisi e la fine degli incentivi con un trend difficilmente visto in miglioramento. Il Lingotto, che a luglio ha visto le vendite di Gruppo precipitare del 35,8% con una quota di mercato in contrazione al 29,09% dal 33,55% di luglio 2009, guarda avanti. In particolare al possibile sbarco del brand Fiat negli autosaloni statunitensi, forte di un AD quanto mai stimato oltreoceano. Sergio Marchionne si è infatti guadagnato la copertina dell’eminente rivista economica Fortune, che lo ha definito “Fiat’s mister Fix-it”, ovvero colui che ha risollevato le sorti della casa torinese grazie alla propria autorevolezza e ad una leadership forte. Fortune ha anche apprezzato l’intervento del manager nella catena dirigenziale di Chrysler.