Ferrari premia dipendenti dopo 2021 brillante, bonus da 12 mila euro

3 Febbraio 2022, di Mariangela Tessa

Stagione di bonus per i dipendenti delle imprese italiane. Nettamente sopra la media, quelli distribuiti dalla Ferrari che, ai suoi 4.500 lavoratori, pagherà un premio annuale di competitività legato ai risultati di 12mila euro.

Ad annunciarlo è stato l’amministratore delegato Benedetto Vigna che, sulla scia di un esercizio di bilancio definito “eccezionale grazie alla passione e alla dedizione del personale”, deciso di distribuire per la prima volta nella storia un premio superiore ai 10mila euro. Un modo “per premiare i loro successi, in linea con i forti indicatori di performance della società”.

Ferrari: 2021 in forte crescita per utili e fatturato

Nonostante la pandemia e il COVID e la crisi dei microchip , Ferrari si è lasciata alla spalle un anno in forte crescita per utili e ricavi. Il Cavallino ha chiuso il 2021 con un utile netto di 833 milioni di euro, in rialzo del 37% rispetto al 2022. L’eps diluito é di 4,50 euro (+37%), da 3,28 euro di un anno fa. I ricavi sono saliti del 23% a 4,271 miliardi di euro (+13,4 % sul 2019).

Le consegne di auto sono state pari a 11.155 unità, in aumento del 22% sul 2021 e del 10% sul 2019. L’ebitda è pari a 1,531 miliardi di euro, in crescita del 34% sul 2021 e del 20,6% sul 2019. Il margine si è attestato al 35,9% dal 33% del 2020.  Mentre l’ebit si è attestato a 1,075 miliardi, in crescita del 50% sul 2020.

Per quanto riguarda il quarto trimestre 2021, le consegne sono state di 2.949 unità (+10%), i ricavi netti di 1,172 miliardi di euro (+10%), l’ebitda di 398 milioni (+7%), con margine al 33,9% (dal 34,7%), l’ebit di 265 milioni (+6%) e l’utile netto di 214 milioni (-18%). Il consensus era per un ebitda del quarto trimestre di 385 milioni e un utile netto di 198 milioni.

Industria Italia: premi medi intorno ai 1.500 euro

Ma torniamo ai premi. Quello distribuito da Ferrari è un bonus nettamente sopra la media dei premi italiani che, negli ultimi calcoli del ministero del Lavoro si attesta a 1.495 euro. Nel settore bancario,  gli ultimi accordi siglati riguardano UniCredit, che ha assegnato un premio medio di 1.430 euro, il 40% in più rispetto all’anno prima, e Banco Bpm dove il bonus è arrivato a 1.250 euro, con un aumento del 30% rispetto al precedente. Nell’industria il gruppo Marcegaglia alla fine dello scorso anno ha annunciato la decisione di raddoppiare il premio a circa 1.000 euro.