Fed torna a comprare Treasury per $ 60 miliardi al mese

11 Ottobre 2019, di Mariangela Tessa

Coma anticipato qualche giorno fa dal governatore Jerome Powell, la Federal Reserve ha annunciato che, a partire dal 15 ottobre, inizierà ad acquistare circa 60 miliardi di dollari al mese di titoli di Stato Usa per assicurare “ampie riserve” nel sistema bancario. Si tratta tuttavia di un valore inferiore alle stime degli analisti. Che per alcuni potrebbe essere ritoccato al rialzo.

E’ la prima volta che la banca centrale Usa espande il suo bilancio da quando, nel 2014, ha messo fine al suo ultimo round di acquisti di bond. Ma Jerome Powell, presidente della banca centrale Usa, ha tenuto a precisare che, questa volta, non si tratta di un nuovo Quantitative easing, bensì solo di un modo per evitare il ripetersi delle recenti tensioni sui mercati monetari.

Gli acquisti – ha fatto sapere la banca centrale americana – proseguiranno fino al secondo trimestre del 2020 per mantenere un livello di riserve sopra quello degli inizi del settembre 2019, prima cioè delle recenti strozzature che hanno generato tensioni.

La Fed ha inoltre comunicato che continuerà almeno fino a gennaio con le operazioni repo overnight per garantire che le riserve siano ampie anche durante fasi di picco della domanda.