Fannie Mae, primo trim in rosso, altri fondi dal Tesoro USA

10 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Fannie Mae, il gigante dei mutui semigovernativo americano ha annunciato oggi di aver ridotto il rosso a 13,1 miliardi dollari, o 2,29 dollari per azione, nel primo trimestre, a fronte di una perdita di 23,2 mld o 4,09 dollari per azione, del primo trimestre dell’anno passato. “I nostri risultati del primo trimestre sono stati principalmente legati all’andamento negativo del mercato immobiliare e all’aumento delle insolvenze sui mutui a causa di debolezze dell’economia e del mercato immobiliare”. Ha dichiarato Fannie Mae. Il patrimonio netto è diventato negativo per 8,4 miliardi. Visti questi risultati, la Federal Housing Finance Agency ha chiesto al Tesoro americano di finanziare Fannie Mae, con 8,4 mld di dollari. Il colosso statunitense è già stato salvato dalla bancarotta nel 2008.