Famiglie: ISTAT, più potere acquisto e tasso investimento in aumento nel 2°t

8 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il potere di acquisto delle famiglie (cioè il reddito disponibile delle famiglie in termini reali) è aumentato dello 0,3 per cento rispetto al trimestre precedente, mentre ha registrato una riduzione dello 0,7 per cento rispetto al secondo trimestre del 2009. Lo si legge nel report trimestrale ISTAT “Reddito e risparmio delle famiglie e profitti delle società”. Il tasso di investimento delle famiglie (definito dal rapporto tra gli investimenti fissi lordi delle famiglie, che comprendono gli acquisti di abitazioni e gli investimenti strumentali delle piccole imprese classificate nel settore, e il loro reddito disponibile lordo) nel secondo trimestre 2010 si è attestato all’8,7 per cento, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto al trimestre precedente. Gli investimenti delle famiglie sono cresciuti del 2,7 per cento, in misura superiore alla variazione positiva registrata dal reddito disponibile. In termini tendenziali, gli investimenti fissi lordi delle famiglie hanno registrato una crescita (+1,8 per cento) più sostenuta di quella segnata dal reddito disponibile, determinando un aumento del tasso di investimento del settore di 0,1 punti percentuali rispetto al corrispondente trimestre dell’anno precedente.